CORSO
intro - disegno / illustrazione / pittura


PER-CORSO PER LA CREAZIONE DI IMMAGINI


DATI TECNICI

• TIPOLOGIA: corso personale o di gruppo (massimo 4 persone) previo incontro di presentazione
• DURATA: Il corso procede per livelli. Pacchetto minimo consigliato di 10 incontri
• ORARI: incontri settimanali (o bisettimanali su accordo) di un'ora (due ore per il corso di pittura). Orari stabiliti in accordo con i partecipanti
• SEDE: spazio in via Gemona 30 a Udine. Qui per la pagina della sede dei corsi e degli orari di apertura ordinari
• COSTI: per corso personale euro 20 ora. Per corso di 4 persone euro 10 ora/persona



INTRO

Creare immagini è un'attività dall'alto profilo concettuale, ma è anche un'attività che ci permette di rappresentare noi stessi e di capire il mondo, un'attività che può migliorare la nostra vita.
Chi vuole sviluppare questa capacità deve prima di tutto chiedersi quali siano i suoi obiettivi e se è disposto a mettersi in gioco.

Dall'esperienza dei corsi tenuti per circa otto anni presso una grande associazione culturale di Napoli (la Scuola Italiana di Comix, di cui sono stato co-fondatore), ho imparato che la prima e più grande difficoltà che incontra chi si avvicina a questo settore è la formazione o il recupero di quella che potremmo chiamare "critica visiva", cioè dell'abitudine ad analizzare e scomporre le immagini che ci passano davanti tutti i giorni. Senza questa forma di attenzione, anche la perfetta conoscenza di una tecnica non è sufficiente per ottenere un buon risultato.
La seconda cosa che ho imparato è che chi insegna a fare qualcosa ha davanti a sè un lavoro più arduo di chi insegna teoria. Non può appoggiarsi alle parole, deve essere concreto e accettare l'idea che si può insegnare a fare solo quello che si sa fare. Quindi la prima regola è: guardare quello che fa chi dovrebbe spiegarvi come si fa. Se non vi piace non può esservi d'aiuto.
Il corso infatti si configura come un laboratorio che ha uno scopo pratico: quello di riuscire a realizzare al meglio un'immagine.
UNITARIETA'
La creazione di un'immagine per me è un'attività unitaria che parte da un PROGETTO (il disegno) che si può sviluppare in un'IMPAGINAZIONE E STILE (l'illustrazione) e si conclude con il COLORE (la pittura). Dunque disegno, illustrazione e pittura sono considerati momenti o angolazioni di un unico ambito generale, quello appunto della creazione di un'immagine.
Per motivi pratici questi momenti nei corsi vengono separati, creando tre percorsi autonomi: disegno, illustrazione, pittura.

Il concetto di cultura è alla base di questi incontri.

Sotto una breve descrizione dei campi trattati e dell'approccio



IL DISEGNO


Il disegno è quell'attività creativa che trasporta su un foglio una visione, trasformandola in segni. La visione può essere quella di un oggetto, di una fotografia, ma anche di un'idea, di un'immaginazione.
Dunque il disegno è prima di tutto un progetto mentale rappresentato, il punto di partenza per la creazione di ogni immagine, che sia pittura o illustrazione.
Tuttavia, se realizzato attraverso una "impostazione estetica", può produrre anche opere autonome di grande bellezza e significato.
Cardine del disegno è la linea, attraverso la quale cercare la forma, che può essere definita tridimensionalmente con l'ombreggiatura.
Ci sono vari modi di disegnare. La mia impostazione personale predilige la costruzione di un archivio mentale per poter rappresentare le proprie idee senza avere la necessità di usare riferimenti esterni come oggetti o fotografie, ma è possible anche usare altri metodi che si fondino maggiormente su rappresentazione, rielaborazione o montaggio di vari elementi reali.
Sottolineo qui l'importanza del disegno, base di ogni attività e tecnica per la realizzazione di immagini.
Gli strumenti usati in questo corso sono molto semplici: grafite (matita e/o micromina dall'HB alla 2B) per la fase progettuale e possibilità di grafite più morbida, carboncino e inchiostro per la fase di realizzazione di opere autonome.
Corso aperto a tutti.



L'ILLUSTRAZIONE

Ho cominciato a realizzare illustrazioni nel secolo scorso, sulle pagine della rivista Frigidaire. Da allora ho realizzato immagini interne, di copertina, per cards, pannelli, postazioni multimediali, ma anche storyboards, layouts e progetti forma per le più importanti case editrici e agenzie pubblicitarie d'italia (curriculum su homepage/books/info)
Si chiama illustrazione quell'immagine che descrive o spiega qualcosa, solitamente un testo (per libri e riviste) ma anche una musica (si pensi alle copertine dei dischi). La sua missione è quella di descrivere quello che il testo non può descrivere, cioè modellare il mondo visivo della narrazione. Dunque il cuore di quest'attività è crearne gli oggetti, i personaggi, ma anche l'atmosfera, il mood, l'estetica attraverso scelte compositive.
Per ottenere un risultato in tal senso ogni tecnica è valida. Tuttavia, conviene tenere sempre a mente il prodotto finale cioè - nella maggioranza dei casi - un foglio impaginato e stampato o pubblicato sul web, con tutte le sue problematiche, i suoi limiti e le sue potenzialità specifiche.
L'illustrazione dunque è una forma comunicazione visiva collegata al testo, che grazie alla riproduzione si rivolge ad un gran numero di persone. Ma non dimentichiamo che può anche essere personale, come nei quaderni di viaggio e ancor di più nel proprio diario segreto.

Nello specifico il corso si occupa eminentemente dell'idea, dell'impaginazione, dello stile.
IDEA: In questo settore l'idea è un punto cruciale. Un'idea per essere valida non deve essere solo una buona idea ma deve essere una buona idea visiva.La caratteristica di una buona idea visiva è quella di unire una trovata geniale alla immediata comprensibilità.
IMPAGINAZIONE: Organizzare in un certo modo l'idea è una cura che occorre avere non solo per un risultato migliore ma a volte anche per sopravvivere. Può capitare di dover rappresentare una battaglia, o una città, oppure un concetto o ancora una musica. QUi una buona impaginazione fa una differenza abissale
STILE: Occorre sempre cercare il proprio stile, il proprio modo di vedere il mondo. Purtroppo lo stile limita la rappresentazione o la sua comprensione, dunque lo stile giusto è il compromesso tra la nostra visione e quella degli altri, tra l'innovazione e il presente.
Gli STRUMENTI del corso per la fase di progettazione e composizione sono gli stessi del disegno, mentre per la fase realizzativa si prenderanno in considerazione vari strumenti, dalle matite colorate agli acrilici, con una certa attenzione a soluzioni innovative, che sono un momento importante di questa attività. Resta esclusa la computer grafica.

CORSO SPECIALE:
REALIZZARE DUE IMMAGINI PER UN CONCORSO PRESTIGIOSO
La Fiera del Fibro per Ragazzi di Bologna per il 2023 ha attivato il concorso per illustratori "Eccellenze Italiane: Italo Calvino". Partendo da questa notizia, si apre un nuovo corso speciale e sperimentale, totalmente indirizzato alla creazione delle due immagini richieste per parteciparvi. Naturalmente non ha senso partecipare ad un evento così prestigioso con illustrazioni standard. E' un'occasione per mettere in moto la creatività personale alla ricerca di stili e tecniche innovativi, strani, mai visti, senza limiti (che è la parte migliore dei concorsi).
Il regolamento e la scheda di iscrizione al concorso possono essere visualizzate sul sito www.bolognachildrenbookfair.com. La scadenza è il 10 ottobre, quindi il corso si muoverà tra i due mesi di agosto e settembre.
Iscrizioni aperte.



LA PITTURA


"Datemi del fango e vi dipingerò una venere" diceva Velasquez.
Chi dipinge non deve mai dimenticare che la pittura è pigmento, ovvero l'opposto della luce, è fango.
Eppure con questo fango la pittura rappresenta la luce: è la luce che costruisce quello che si vuole rappresentare. Ma la luce è cangiante, risponde in modo diverso su ogni oggetto e rimbalza colpendo tutti quelli vicini. Per questo la chiave della pittura sta nel comprendere il contrasto simultaneo, cioè nel cogliere e gestire l'impressione cromatica che nasce dall'interazione di colori vicini, nella consapevolezza che i colori in quanto tali non esistono. Anche una mela matura può non essere rossa.
Riguardo poi all'antica polemica tra figurazione e astrazione, io le considero sorelle, solo due angolazioni diverse della pittura, secondo l'inoppugnabile regola che "la pittura è pittura".
Gli strumenti del corso. Per la fase progettuale e per lo studio di luci ed ombre si userà grafite o carboncino. Per la fase realizzativa, la mia competenza specifica è relativa alla pittura acrilica, ma è possibile scegliere anche tecniche diverse (previo accordo).  C